Dissertazioni di un Romano

Dissertazioni di un Romano

Da quanno viene l’alba, ogni mattina

t’aspetti a quanta vita c’hai davanti,

cominci a fa’ progetti di buon lena

facenno come l’oste senza li conti.

E mo vorrei fa’ quello che me piace

quell’altro lo farò ner pomeriggio,

stasera voio annà n’dove se coce

la meio pasta da Checco su ner Poggio.

Stanotte facenno poi ritorno,

salenno su le scale da Tonino,

siccome nun ciavrò ancora sonno

mandrà de fa co’ lui ‘nantro spuntino.

Ma guarda che alle due è ancora presto,

vedemo de rifà ‘n’antro goccetto

mentre l’umore se fa sempre più mesto

e nella gola nun centra manco più un sorsetto.

Ma ritornanno all’alba, prima de sto progetto

c’ho avuto in testa ‘na preoccupazione,

nun sarà meio ricoricamme a letto

e rimannà a domani dopo la colazione?!

Marcello Soro

30-marzo-2014

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...