A mia figlia Patrizia

A mia figlia Patrizia.

Ti ricordo all’uscita di scuola,
nella folla vedevo te sola,
due codini ondeggiare nervosi
nelle braccia finire amorosi.
E poi piano verso casa si andava
mentre la mia la tua mano stringeva!
Cosa hai fatto stamane amor mio?
E spiegavi quel compito tuo,
aspettando paziente e composta
che tuo padre ti desse risposta.
“Ma che brava questa bella figliola”,
quella frase che ben ti consola
era subito pronta per te
ma quel tempo è passato ahimè!
Or sei donna e poi madre da tempo
e degli anni non tieni più il conto,
un marito e tre figli d’intorno
sono vita per te ogni giorno,
ma tuo padre seppur da lontano
sente ancora la man nella mano
e due code che ondeggian nervose
rifugiarsi tra braccia amorose!

18-dicembre-2015

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...