8 marzo 2017

Donna

Denudata della tua morale
in un perverso mondo sessuale,
con il tuo corpo prestato a dei maiali
tra quelle bestie che non hanno uguali.

Donna t’hanno chiamata in ogni tempo
ma della tua dignità hanno fatto scempio,
fucina di creazione fu il tuo grembo
adesso un‘arca di piacere e godimento.

Né leggi né parole in tua difesa
nessuna luce vera s’è mai accesa
le strade lastricate di violenze
scarpette rosse a simbolo di niente!

Un genere diverso t’hanno dato
quello di femmina alla fine fu il tuo stato
creando differenza a tuo danno
e questo fu il gioiello dell’inganno

dell’uomo che divino fu creato
per essere da te poi separato
ma inutile fu spaccare il cielo
tu non mangiasti il frutto di quel melo
tu sei l’altra metà che tolse il velo!
Marcello Soro
08.03.2017

 

f3ff9c7d15e0b1a9b4f03bdfcd877990[1].jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...