L’inganno

L’inganno

Una mano stesa
ferma la tua strada,
lo sguardo corre veloce
sul mendicante a terra,
si ferma sugli stracci
le scarpe rotte senza lacci
i pantaloni sono strappati
ma non è colpa della moda
la maglia sporca copre le ossa
il suo sguardo ti fissa
mentre i tuoi piedi arretrano
lontano dall’umanità
della quale tu fai parte
ma che hai dimenticato
in un soldo che acquieta
la tua anima fusa in quel metallo
che inganna un messaggio di carità!
Marcello Soro
m_banc_1411293270_01[1].jpg

L’Antico quesito

Camminerò un giorno a piedi nudi
in un sentiero senza spine
dove i cardi appassiti dal tempo
non pungeranno più.
Camminerò senza fermarmi
per bere o riposarmi;
senza un cambio di panni,
il passo sicuro verso il futuro
che sconosciuto oltre quel muro
mi mostrerà tutti i misteri
che hanno affollato i miei pensieri,
forse vedrò persone care
altre difficili da accettare
ma senza fermarmi andrò avanti
in un cammino che vedo infinito
che vuole svelare l’antico quesito.
Camminerò a lungo, son nudi i miei piedi,
leggeri e sicuri proseguono avanti
del mondo lontano ormai noncuranti,
un vento leggero li stacca da terra
un varco si apre e una mano mi afferra.
Non c’è tanta luce, ma provo un piacere
c’è pace e nient’altro che possa vedere
il silenzio più dolce m’avvolge d’incanto
soave si siede due passi a me accanto,
il mistero vestito soltanto d’amore
mi dona in eterno il suo grande calore

21766755_1992716317614146_3442256977861581020_n.jpg

 

Dedicato ad Antonio Bassu, orgolese

Dedicato ad Antonio Bassu, orgolese.

Non c’è giustizia senza libertà,
non c’è libertà senza giustizia!

Belle parole già scritte da tempo
ma spesso son mute in quello che è il tempio
là dove la legge non compie il dovere
di fare giustizia senza barriere.
Antonio Bassu che nacque ad Orgosolo
non ebbe giustizia per un quarto di secolo
fu condannato lui perché sardo
in quella terra di delinquenti
ma i delinquenti furono quelli
che condannarono un innocente
senza le prove e nemmeno indizi
ma solo poggiandosi su pregiudizi
di un “parallelepipedus criminalis sardi”
ma gli orgolesi non sono bastardi,
son gente fiera come la terra
che non si piega neanche al vento
vivon di quella che ha l’accento
parola forte di libertà
in un velluto di dignità!
Antonio Bassu, novantun anni
ne hai passati di compleanni
molti dei quali in una cella
riposa ora nella tua terra
che vive da sempre con queste parole:
“Meglio una terra senza pane
che una terra senza giustizia”.

22141262_1996443280574783_2745751482208948453_n.jpg